AdobeStock_215842794.jpeg

Guidare la riduzione delle emissioni con i veicoli elettrici

Il recente annuncio dei nostri nuovi e ambiziosi obiettivi di riduzione delle emissioni, compreso l’aumento del nostro obiettivo per il 2030 ad almeno il 40% seguendo il Science Based Target e il raggiungimento Net Zero entro il 2050, crea un approccio e una visione unica per la gestione delle emissioni nei nostri stabilimenti. Ci dedichiamo da sempre alla produzione sostenibile e se guardiamo indietro, da quando abbiamo iniziato ad oggi, i nostri dipendenti hanno fatto cose incredibili nei nostri stabilimenti per ridurre l’impatto ambientale.

Una delle storie che dimostrano il nostro impegno nella riduzione delle emissioni di C02 è la sostituzione dei carrelli elevatori a carburante con 1.150 carrelli elettrici, che costituiscono il 47% dell'intera flotta di DS Smith. 

L'obiettivo fissato nel 2017 prevedeva di ridurre le emissioni del 30%, per tonnellata di produzione rispetto al 2015, entro il 2030. Abbiamo già raggiunto una riduzione del 23%, e ci siamo riusciti in due modi: 

  • Avviando iniziative rivolte a una maggiore efficienza energetica per ridurre le emissioni
  • Passando dai combustibili fossili alla green energy 

shutterstock_286615691.jpg

Uno dei paesi in prima linea nella transizione verso i veicoli elettrici è DS Smith Italia. Il pioniere del progetto in Italia dichiara:  

Abbiamo subito percepito il miglioramento delle condizioni operative della forza lavoro in tutti i magazzini a seguito del nostro passaggio ai carrelli elevatori elettrici. Oltre a migliorare la maneggevolezza e la sicurezza operativa, questo cambiamento ci ha anche affermato come gli apripista della Green Economy, sfruttando le opportunità di sostenibilità ambientale che questi veicoli ci offrono.

— General Manager DS Smith Packaging Rosà

Con un approccio sostenibile, Alessandro e il suo team sono riusciti a trovare una soluzione ecologica per le loro emissioni, migliorando al contempo il benessere e le condizioni dei dipendenti offrendo veicoli più sicuri, più facili da usare e più confortevoli. 

Inoltre, anche lo stabilimento di packaging di Porcari è passato a un tipo di energia più pulita adottando i carrelli elevatori elettrici, scelta che ha comportato un risparmio di C02 di circa 150 tonnellate all’anno. 

L’uso di fonti di energia alternativa integra inoltre la nostra più ampia Strategia di Sostenibilità: per esempio, presso la cartiera di Lucca in Toscana stiamo operando con un’efficienza energetica ottimale. L’energia elettrica in eccesso, generata dallo stabilimento, viene utilizzata per caricare le batterie dei carrelli elevatori elettrici. Questo metodo è in linea con i principi dell’economia circolare di riduzione-riuso-riciclo. 

Per scoprire gli obiettivi per il Presente e per il Futuro clicca qui: